Pelle Scamosciata Dal Taglio Scamosciato Design A Punta Aperta Cinturino Alla Caviglia Cinturino Con Tacco A Spillo Beige

B06XSPVJNN
Pelle Scamosciata Dal Taglio Scamosciato, Design A Punta Aperta, Cinturino Alla Caviglia, Cinturino Con Tacco A Spillo Beige
  • scarpe
  • sintetico
  • suola sintetica
  • Ecopelle
  • importati
  • tutto materiale fatto dall'uomo
Pelle Scamosciata Dal Taglio Scamosciato, Design A Punta Aperta, Cinturino Alla Caviglia, Cinturino Con Tacco A Spillo Beige Pelle Scamosciata Dal Taglio Scamosciato, Design A Punta Aperta, Cinturino Alla Caviglia, Cinturino Con Tacco A Spillo Beige

Una nomina a tempo di record per la figlia di Michele Santeramo, capo delle relazioni industriali nell'azienda del trasporto pubblico Stp, al quale i vertici nazionali chiedono di fare un passo indietro. L'incarico prevedeva la laurea magistrale. "Ma la Stp non è tenuta a bandire concorsi pubblici"

di ANTONELLO CASSANO
28 giugno 2017
Una promozione in tempi record, a pochi giorni dalla laurea. Un miracolo in una regione alle prese con il dramma della disoccupazione. Il miracolo in questione ha riguardato Barbara Santeramo, figlia del sindacalista Michele Santeramo, segretario provinciale della Ugl e capo delle relazioni industriali in Stp Bari, Società trasporti provinciale, fino a qualche giorno fa. Tutto parte proprio dalla Stp, azienda di trasporto pubblico locale (partecipata dal Comune di Trani e dalla città metropolitana di Bari) che cerca un nuovo dirigente amministrativo. Per quella posizione si candida anche la figlia del sindacalista.

Le date qui sono importanti perché Santeramo, 37 anni, lavora da almeno dieci anni in Stp ma non ha la laurea magistrale, necessaria per ricoprire il nuovo ruolo. Si laurea così il 6 giugno (laurea magistrale in giurisprudenza con 110 e lode). Appena nove giorni dopo, il 15 giugno, ottiene il posto da direttrice amministrativa. Tutto senza concorso pubblico o selezione interna. La vicenda finisce in rete e scatena polemiche. Anche perché qualche giorno prima le segreterie provinciali di tutti i sindacati, fra cui la stessa Ugl guidata dal papà, avevamo inviato una lettera all'azienda in cui comunicavano l'avvio di una procedura di raffreddamento, elencando proprio problemi occupazionali, come la mancata assunzione di operatori di esercizio "vincitori di concorso", l'assunzione di personale interinale "per un periodo non previsto dalla contrattazione nazionale" e la mancata erogazione di premi di risultato.

Nessuna parola però sulle procedure di assunzione. A quanto pare, la scelta di nominare la figlia di un segretario provinciale coglie di sorpresa tutti, le altre sigle sindacali e addirittura il papà della neodirigente: "Non ne sapevo nulla - dice ora Michele Santeramo, segretario dell'Ugl - mia figlia non mi aveva avvisato della nomina. Neanche l'azienda aveva comunicato la novità a tutte le organizzazioni sindacali. Avremmo quantomeno chiesto delucidazioni in merito. Ma di sicuro il mio ruolo non ha influito minimamente sulla nomina".

La vicenda è arrivata anche ai vertici nazionali del sindacato, che hanno contattato Santorsola chiedendogli di farsi da parte: "La segreteria nazionale - rivela Santeramo - mi ha scritto una lettera accorata chiedendomi di astenermi dalle relazioni sindacali in Stp e io l'ho fatto per spegnere qualsiasi tipo di polemica. Ma non mi sento in colpa per qualcosa. Ho soltanto accettato il consiglio del segretario nazionale".
  • Formula 1
  • Moto
  • L’innovazione della scuola passa inevitabilmente attraverso un nuovo modo di fare didattica che prevede l’adozione delle tecnologie in classe e fuori e la sperimentazione di collaborazioni interdisciplinari.

    In questo contesto, è fondamentale che la scuola digitale sia anche connessa in rete in maniera efficiente e con una capacità di banda proporzionata alle esigenze quotidiane di studenti e insegnanti. Le scuole sono una delle realtà maggiormente distribuite sul territorio e, specialmente in alcune aree geografiche, l’assenza di connettività a banda larga rende ancora più forte il digital divide esistente. GARR, la rete nazionale dell’istruzione e della ricerca, promuove la diffusione di collegamenti a banda ultralarga tra gli istituti scolastici al fine di favorire i processi di innovazione digitale nella didattica e il raggiungimento degli obiettivi fissati nell’Agenda Digitale per l’istruzione. Fornire connettività ad alte prestazioni e servizi avanzati vuol dire dotare le scuole di un’autostrada telematica che offre le stesse opportunità tecnologiche a disposizione del mondo della ricerca e dell’università e consente di creare un ponte importante nella filiera formativa tra questi tre settori. Le scuole entrano così all’interno di una comunità ampia e multidisciplinare, che non si limita al livello nazionale ma ha un orizzonte più vasto grazie all’interconnessione della rete GARR con le altre reti della ricerca a livello mondiale e a Internet.

    CARATTERISTICHE DEL COLLEGAMENTO

    I collegamenti della rete GARR hanno tutti una capacità di banda elevata e simmetrica, ovvero con la stessa velocità in download e upload. Questa caratteristica, a volte poco nota e non presente nell’offerta dei provider commerciali, è di fondamentale importanza per la didattica in quanto permette alla scuola di creare autonomamente contenuti, servizi, applicazioni e non essere semplicemente un fruitore passivo della rete.

    VANTAGGI

    Con la connessione a GARR, la scuola diventa parte di una comunità interdisciplinare che unisce università e ricerca e che vede la rete come elemento indispensabile per favorire le collaborazioni e la condivisione di saperi e competenze, poter arricchire l’esperienza educativa e facilitare i processi di orientamento degli studenti.
    Oltre ai benefici di una rete trasparente e di alta qualità, gli utenti possono utilizzare una vasta gamma di servizi a valore aggiunto che spaziano dalla gestione e manutenzione della rete, alla sicurezza informatica, alla gestione dei domini web, all’indirizzamento pubblico, alla gestione delle identità digitali, alla multivideoconferenza, al wi-fi in mobilità.